SAVE 2019: Edge Computing e i benefici per l’industria i temi al centro del convegno promosso da ANIE Automazione

Il 24-Ottobre-2019

L’Egde Computing è una componente delle infrastrutture IoT che sta divenendo sempre più importante soprattutto nei casi in cui è necessaria una risposta tempestiva e autonoma dei dispositivi, sulla base degli input ricevuti. Ciò è particolarmente evidente in settori come l’automotive, dove i dispositivi IoT rivestono un ruolo decisivo per la sicurezza delle persone, o altri settori del manifatturiero, dove la capacità delle macchine di agire autonomamente in base alle circostanze è uno degli aspetti principali di Industria 4.0. Le stime di sviluppo dell’IoT prevedono la diffusione di un numero di dispositivi IoT di circa 50 miliardi entro il 2020. Diviene difficile pensare che ci possa essere un’infrastruttura cloud in grado di processare in tempo reale la quantità di dati che tali dispositivi genererebbero, a causa sia delle imitazioni di banda che del tempo di latenza, dove in futuro la tecnologia 5G verrà in aiuto. Da qui la necessità di spostare quanta più intelligenza possibile dal cloud verso la parte periferica dell’infrastruttura IoT, vale a dire l’Edge.

Il convegno, organizzato dai Gruppi HMI-IPC-SCADA, PLC-I/O e WIRELESS-NETWORKING di ANIE Automazione, intende evidenziare i benefici derivanti dall’implementazione delle funzionalità Edge dell’IoT, con particolare riguardo alle sue applicazioni nell’Industria 4.0.

L’evento si svolgerà nella mattinata del 24 ottobre presso il Centro Congressi Palaexpo Veronafiere durante il Save – Mostra Convegno Soluzioni e Applicazioni Verticali di Automazione, Strumentazione, Sensori in programma a Verona il 23 e 24 ottobre 2019.